pensierifluidi

22 luglio 2009

Le mani comunicano

Filed under: pensierifluidi — franpiedifreddi @ 13:26
Tags: , ,

Allora. C’è una cosa che non riesco a spiegarmi.
Perciò mi appello al buon cuore e alla sincerità, coperti dall’anonimato, volendo, degli utenti di genere maschile che leggono queste pagine. D’accordo, lo so. Siete tre, forse quattro. Non si possono fare statistiche né studi sociologici, ma uno scambio di opinioni magari sì.
Insomma, è successo di nuovo. A Chiara. Quella che vi ho raccontato qui. Anni fa, col suo bel Lorenzo, condivideva una non storia non ufficiale.. nel senso che nessuno doveva sapere nulla. Vabbè. Scelte. Questo implicava tutta una serie di non gesti. Primo tra tutti il non tenersi la mano per strada, camminando. O semplicemente il non
contatto fisico in presenza di un pubblico. Sai com’è. Il paese è piccolo. E allora si passeggia staccati; si saluta in maniera vaga e distratta un conoscente, proseguendo oltre; ci si siede su una panchina occupandone tre quarti; si evitano cenni tipo l’appoggiare una mano al braccio dell’altro per attirare la sua attenzione; assaggiarne il gelato; dividersi le buste della spesa. Si cammina dritti, lungo la stessa strada ma su due binari diversi, i pugni nelle tasche del cappotto.
Ed è successo di nuovo, un po’ di tempo fa. È successo che Chiara incontra un altro Lorenzo, si piacciono, passano del tempo insieme, passeggiano mano nella mano per le strade di un paese che non è il loro paese. Poi succede che tornano al loro paese, al paese di Lorenzo. E lui, pur desiderandolo, non ce la fa. Non riesce più a stringerle quella mano.
E allora si passeggia staccati; si saluta in maniera vaga e distratta un conoscente, proseguendo oltre; ci si siede su una panchina occupandone tre quarti; si evitano cenni tipo l’appoggiare una mano al braccio dell’altro per attirare la sua attenzione; assaggiarne il gelato; dividersi le buste della spesa. Si cammina dritti, lungo la stessa strada ma su due binari diversi, i pugni nelle tasche del giacchetto.
Ditemelo voi, maschietti. Cos’è questa cosa che vi blocca, tra la vostra gente, per le vostre strade, tra i vostri sampietrini? Cos’è?

Annunci

8 commenti »

  1. condivideva una non storia non ufficiale…

    mah, sai, noi maschietti siamo taaaanto complicati a volte. A volte anche per niente o su cose mooolto semplici (parlo per me) ma la tua frase che ho riportato qua sopra è quella che più da il senso per me è la chiave di tutto il discorso. Beh sembra un copione già visto, e che sto rivivendo pure ora. A quanto pare, per tutti, se le cose non sono complicate non sono interessanti, la risposta alla tua domanda? Tra un pò di tempo (giorni non anni), se è quella che penso io, magari te la scrivo. Quello che è certo è che se vuoi far incrociare due binari differenti bisogna lavorare sodo, in due altrimenti si rischia di camminare e trovarsi pure dei sampietrini dentro le scarpe allora li non riesci nemmeno più a camminare diritto!

    Commento di utente anonimo — 23 luglio 2009 @ 10:06 | Rispondi

  2. .. mi racconterai.. =)

    Commento di franpiedifreddi — 23 luglio 2009 @ 17:19 | Rispondi

  3. la storia non mi è chiara.
    Chiara e Lorenzo quando sono nel paese dei balocchi sono sempre “smak smak” e quando tornano nella loro landa desolatamanco si cagano (in sintesi). Bisognerebbe capire alcune cose:
    1- Chiara e/o Lorenzo hanno già una storia e per questo nessuno deve sapere niente?
    2- anche se non fosse, C.& L. hanno deciso di comune accordo che la “storia” sia clandestina da quello che ho capito. Adesso sembra Chiara che si sia stancata della clandestinità e vorrebbe che anche Lorentz la seguisse in questa scelta? (difendo la categoria, Lorenzo stà continuando rispettando i patti fatti all’inizio)
    3- quanti cavolo di Lorenzo ci sono al tuo paese?
    4- pensi che a me non piacerebbe fare una camminata mano nella mano in riva alla spiaggia? eppure non posso neanche in una domenica clandestina, ma me ne faccio una ragione altrimenti è finita
    in definitiva devi essere ambiziosa e saperti accontentare (xe come dire “va pian e fa presto”.sembra un paradosso ma è solo un esercizio di equilibrio).Quindi quando la vedi, dillo alla Chiara
    Il Pagliaccio
    P.S. che voglia di correre in moto sto weekend che ha vinto ancora Vale

    Commento di utente anonimo — 23 luglio 2009 @ 18:44 | Rispondi

  4. Belli e bravi, i miei fedeli lettori.. =)
    ma ancora non mi avete spiegato la dinamica del “blocco”.. ossia del “vorìa ma no ghe riesso”.. non importa.. ve vojo ben istesso.. ;o)

    Commento di franpiedifreddi — 23 luglio 2009 @ 21:33 | Rispondi

  5. ehehe Hai visto che i fedelissimi rispondono!! 😛
    “voria ma no ghe riesso…” beh è una situazione abbastanza complicata!
    Prima o poi tutti e due assieme (non uno solo o uno alla volta) ne dovranno uscire da questa situazione… magari parlandone assieme?!
    Chiara ne è uscita? beh allora, il blocco non esiste più… direi solo a Lorenzo: svejate che se ora!!
    no?
    Ci si sente presto…per me iniziano le ferie ora… l’evolversi della situazione lo seguirò ad agosto!
    Ciao

    PS.a volte mi dimentico di firmare lo so

    Commento di utente anonimo — 24 luglio 2009 @ 09:47 | Rispondi

  6. .. eheh.. ma io ti sgamo lo stesso. ;o)
    E comunque, per quanto ne so, non credo ci saranno particolari evoluzioni, specie in agosto.
    Buone ferie!

    Commento di franpiedifreddi — 24 luglio 2009 @ 10:37 | Rispondi

  7. etteppareva…. questi potenti mezzi di telecomunicazione messi a disposizione portano via pure la privacy… 😀
    Allora ci hai ingannati con il discorso dell’anonimato…furbetta ihihhi 😉
    Tienici informati sull’evolversi della situazione dai 😉
    Buon caldo a tutti!

    Commento di utente anonimo — 24 luglio 2009 @ 13:57 | Rispondi

  8. eccomi….
    @Fra: attendo ancora sviluppi da questo blog eh!
    come promesso nel primo post ti aggiorno io, ma ahimè ho pessime notizie…la situazione si è ribaltata, mi verrebbe da farVi le stesse domande che hai posto tu all’inizio ora. Ora posso risponderti a: Cos’è questa cosa che vi blocca, tra la vostra gente, per le vostre strade, tra i vostri sampietrini? Cos’è? io i sampietrini dalle scarpe me li son tolti, ci stava solo un pizzico di insicurezza e di indecisione, bastava fare solo un profondo respiro e capire che la situazione così come stava era insostenibile ho fatto un salto e via! Problema risolto e forse il caldo ha aiutato! e voi donne? Cos’è?

    Commento di utente anonimo — 12 agosto 2009 @ 09:35 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: