pensierifluidi

18 maggio 2008

Porte e finestre

Filed under: pensierifluidi — franpiedifreddi @ 15:42
Tags: , , , , ,

… che la vita è una serie ininterrotta di eventi ripetitivi e monotoni,entrare, uscire, entrare, uscire. (P. Nori)

Che le porte si aprono e si chiudono. Che le finestre si aprono e si chiudono. Che dalle porte si può entrare o uscire. Che dalle finestre aperte, socchiuse, può passare un raggio di luce, un soffio di vento.
Portami fuori a cena Baustelle, fammi vedere il centro, la tua pelle, odora d’oleandro, scortami gentilmente in una discoteca sulle stelle..
Che dallo spioncino di una porta puoi spizzare cosa c’è dietro, una casa, una vita.
e di nuovo cambio casa, di nuovo cambiano le cose.. o quasi.
Che quella porta si può aprire e qualcuno farti entrare: nella sua casa, nella sua vita, per una sera, per un momento, una bella bella sera, un bel momento. Che però quella casa è abitata, quella vita è abitata e dalla finestra filtra uno spiraglio di presenza che c’è. C’è stata. C’è ancora? E tu quella finestra non la puoi chiudere. Ma qualcuno sì. Ma vuole farlo? Ma davvero può farlo?
… e comunque si sta bene qui, stasera, stanotte, in questo momento, in questo abbraccio. E un bacio non dato, l’amore pensato..
Le cose sono complicate, la vita è complicata.. e non te l’aspettavi, ma un po’ ci speravi, perchè era ora, perchè la porta stava chiusa da tanto tempo. Troppo. E nessuno, prima, aveva la giusta chiave per aprirla. E adesso la porta è socchiusa.. ed è quasi estate. Aspettiamola insieme, l’estate. E anche l’autunno, tempo di partenze e ripartenze.
Porte che si aprono e porte che si chiudono. E viaggi che saltano. Voli che non decollano e progetti tampoco. Decisioni da prendere, prima o poi. Restare? Cambiare? Sopravvivere? Cercare? Ma cosa? Il pezzo mancante? Il senso celato?
Che dalle porte si entra e si esce.. Dalle finestre si guarda dentro e fuori.. Ed io, ora, vorrei uscire dalla mia porta.. salire, arrampicarmi fin sul tetto.. affacciarmi all’abbaino e scrutare, guardare, osservare: la mia vita, le persone, le relazioni, complicate e tormentate, ciò che accade, come tutto si combina e scombina.. e capire. Capire che succede, capire com’è andata, capire da dove si è arrivati e dove si va, capire che strada prendere, che porta aprire, che finestra chiudere, a quale antro bussare.. e decidere. E agire. O aspettare.

Annunci

20 commenti »

  1. porte aperte, porte chiuse, porte socchiuse… problemi di spifferi? oppure hai aperto la porta del frigo alle 3 meno un quarto e ti sei scafata la peperonata? sembri un po’ complicatina figliuola, non è mica facile capire cosa nascondono i tuoi versi. C’ è chi dice che prendendo le parole giuste dai tuoi post si trovano le indicazioni per trovare il Santo Graal.

    Commento di utente anonimo — 19 maggio 2008 @ 15:57 | Rispondi

  2. @anonimo: ..forse i miei versi non nascondono proprio niente.. forse le mie parole vanno prese così come sono, senza interpretazioni di sorta.. e per arrivare a cosa? Al Santo Graal? vabbè, se lo vogliamo chiamare così… ;o)

    Commento di franpiedifreddi — 19 maggio 2008 @ 21:53 | Rispondi

  3. Ao’, l’anonimo di prima non ero io eh? Io non riesco ad essere così profondo, come sai! 😉
    Comunque…porte aperte, spifferi, frigoriferi, peperonate, estate…

    …ma cambiare spacciatore? 😛

    Commento di utente anonimo — 20 maggio 2008 @ 09:58 | Rispondi

  4. lo so, lo so.. tu non ti azzarderesti MAI a chiamarmi figliuola… ;o)
    Quanto a spacciatori, forse che forse è vero.. dovrei cambiare. Hai qualche suggerimento? ;o)

    Commento di franpiedifreddi — 20 maggio 2008 @ 10:04 | Rispondi

  5. I suggerimenti te li posso dare in privato…chissà…magari sono più vicini a te di quanto tu possa immaginare! 😉
    Comunque, cara figliuola, tu c’hai GROSSA CRISI!!! :PPP

    P.S. Per l’altro anonimo…si, la ragazza è un po’ complicatina…e un po’ ce fa’!!! hihihihihi!!! 🙂

    Commento di utente anonimo — 20 maggio 2008 @ 10:23 | Rispondi

  6. non raccolgo queste provocazioni (cit.).. ;-p

    Commento di franpiedifreddi — 20 maggio 2008 @ 10:33 | Rispondi

  7. hummmm io aprirei un pò di porte e finestre per far cambiare l’aria 😉

    Salutoni

    Commento di utente anonimo — 20 maggio 2008 @ 12:44 | Rispondi

  8. @Lù: quanto hai ragione! .. e quasi quasi, per cambiare aria, potrei pure andarmene in vacanza da qualche parte! ;o)

    Commento di franpiedifreddi — 20 maggio 2008 @ 12:48 | Rispondi

  9. ci sono troppe porte per le mie braccia corte, l’avevo chiuse tutte e invece adesso sono aperte.
    quest’anno vado prima al mare…

    Commento di ostelinus — 20 maggio 2008 @ 13:45 | Rispondi

  10. LUI dicevo!!!

    Commento di JayDB — 20 maggio 2008 @ 13:58 | Rispondi

  11. @Linus: come mi capisci tu, nessuno mai.. smack smack! picciù picciù! ;o)

    @Jay: naaaaaaa.. lui si palesa sempre! Narciso com’è, ti puoi immaginare se non sfrutta l’occasione! ;o)

    Commento di franpiedifreddi — 20 maggio 2008 @ 14:10 | Rispondi

  12. @Fran hehe a volte ho pure io buone idee!
    Non immagini quanto fa bene fare anche 2-3 giorni di vacanza…
    Di solito preferisco posti dove non parlano nemmeno la nostra lingua per staccare completamente da tutto e tutti!!!!
    Voglio andare in vacanza pure ioooooooooooo :((
    sigh :E :°°

    baci baci

    Commento di utente anonimo — 20 maggio 2008 @ 17:10 | Rispondi

  13. chiedo venia! non pensavo fossi così permalosa per un “figliuola”. pensare che avrei potuto usare altri termini… meglio che li tenga per me

    Commento di utente anonimo — 21 maggio 2008 @ 14:00 | Rispondi

  14. IO NON SONO PERMALOSA!!!!

    ;o)

    Commento di franpiedifreddi — 21 maggio 2008 @ 21:19 | Rispondi

  15. e io sono la regina elisabetta…

    Commento di ostelinus — 22 maggio 2008 @ 07:24 | Rispondi

  16. @Linus: ma che, davvero davvero?!? ;o)

    Commento di franpiedifreddi — 22 maggio 2008 @ 12:19 | Rispondi

  17. Commento il tuo blog, Franpiedifreddi, con una poesia di Mario Bertini, tratta dal libretto:I chiari silenzi:
    Sequele d’occasioni

    Ogni parola scritta, anche se vana e’ sempre meglio del vissuto nulla.
    E nulla ci rimane ne’ resta eredita’ se aspettiamo che il tempo ci fissi ai suoi rigurgiti di vuoto.
    Il tempo siamo noi quando pulsiamo dentro le sue scansioni.
    La Storia?
    Solo una vaga impronta di graffiti!
    Ma di nuove sequele d’occasioni avremo ancora il tutto.
    Ogni istante futuro lo fisso a questo foglio perche’ sia meglio del vissuto nulla.
    Ciao da O Viralata

    Commento di utente anonimo — 25 maggio 2008 @ 13:36 | Rispondi

  18. @Claudio: grazie amico! =)

    Commento di franpiedifreddi — 28 maggio 2008 @ 15:25 | Rispondi

  19. Tu non sei permalosa…c’hai proprio la coda di paglia!!!! 😉

    Commento di utente anonimo — 29 maggio 2008 @ 09:53 | Rispondi

  20. @il MIO utente anonimo: ma perchè devo stare qui a farmi insultare da voi?!? 😉

    … che poi, ancora rosico perchè non ho individuato l’anonimo/a dell’#1 e del #13.. palesati plis! =)

    Commento di franpiedifreddi — 29 maggio 2008 @ 23:21 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: