pensierifluidi

28 dicembre 2007

L’abbraccio negato

Filed under: pensierifluidi — franpiedifreddi @ 14:50
Tags: , , , , , ,

.. fino a quando ci sarà un paio di braccia disposte a stringerci, saremo in salvo. Basta che siano braccia, poco importa di chi, e non sentiremo più freddo. (M. Serrano)

Non bisognerebbe mai negare un abbraccio.
Ricordo ancora molto bene quell’inverno molto freddo rincorso da un timido inizio di primavera, quando Chiara, nel giro di pochi mesi, ritrovò la serenità stringendo delle mani grandi e belle; e la perse nuovamente, per colpa di fantasmi, illusioni, parole non dette e abbracci negati.
Ricordo che ogni giorno, all’inevitabile e frusta domanda “come stai?”, rispondeva rivelandomi la sua condizione rispetto all’abbraccio: dentro o fuori. E per mesi fu questo il metro per misurare quel rapporto per lei insolito, all’ombra, quella logorante non-storia con Lorenzo.
Lorenzo. Ricordo molto bene pure lui, anche se allora non riuscivo a comprenderlo veramente. Ricordo certi riflessi del suo volto, la mal celata tristezza che compariva in fondo agli occhi, raramente spezzata da un sincero sorriso di serenità. Ricordo le sue mani, davvero belle e davvero grandi e ricordo il disordine e la sofferenza nella sua vita, diversi dalla mestizia e dal caos della vita di Chiara ma altrettanto incisivi.
Da due confusioni, da due tristezze, cosa poteva saltar fuori di buono?
Ricordo di quando si discusse di un quadro di Klimt, la stessa immagine che ora domina il soggiorno di casa mia. Il bacio. A Chiara e a me è sempre piaciuto, a Lorenzo non lo so. Con lo sguardo perso nelle decorazioni cercavamo di capire il legame tra l’uomo e la donna, da dove scaturisce l’energia e da dove la tensione.. se quell’abbraccio è oppressore o salvifico, se quell’aggrapparsi è forza o debolezza, se quegli occhi chiusi sono trasporto o rassegnazione.
E, inevitabilmente, ricordo un altro abbraccio. Quello che Chiara aspettò per giorni, un rifugio in cui trovare quelle stesse cose che lei sapeva elargire senza parsimonia e di cui, allora, aveva bisogno: sostegno e calore. Quell’abbraccio non arrivò. O meglio, ci fu un ipotetico tentativo di abbraccio, che morì nel gelido istante in cui Lorenzo non riuscì a sostenerlo; e guardandola con gli occhi più tristi che mai, le voltò le spalle, in silenzio. Non so quali pensieri fecero da cornice al suo non-gesto.. li intuii tempo dopo. Ma so bene come si sentì Chiara, schiacciata dalla stanchezza del vissuto di quei giorni, flagellata dall’incapacità di Lorenzo di lasciarsi il passato alle spalle, sfinita nel vedere quelle spalle davanti a lei.
Chiara aveva aperto le ali senza essere capace di volare, le ali di Lorenzo erano ancora spezzate.

Come finì? Senza rancori, senza rimpianti, nonostante tutto. Ma con molte cose ancora da dire. Le ferite di entrambi si sono lasciate curare dal tempo e dalla vita. Tutte meno una. Quella di Chiara, inflitta dall’abbraccio negato.
Chissà se un giorno Lorenzo troverà la forza per superare il senso di colpa e chiederle scusa.. e chissà se Chiara riuscirà a salutarlo con un abbraccio..

He woke up, the room was bare
He didn’t see her anywhere.
He told himself he didn’t care, pushed the window open wide,
Felt an emptiness inside to which he just could not relate
Brought on by a simple twist of fate.

Annunci

28 commenti »

  1. Spero che un giorno Chiara, possa salutare Lorenzo con un abbraccio. E’ un augurio:-)

    Commento di argeniogiuliana — 28 dicembre 2007 @ 18:00 | Rispondi

  2. @argeniogiuliana: in fondo in fondo, pur vestendo i panni di ex-romantica guarita, lo spero anch’io.. =)

    Commento di franpiedifreddi — 29 dicembre 2007 @ 00:41 | Rispondi

  3. Non sia mai! Chiara dovrà prendere a mazzate sto tipo, stritolandogli un orecchia con un ceffone. Poi per la questione abbraccio, nel frattempo avrà trovato qualcuno all’altezza.

    Commento di calevra — 30 dicembre 2007 @ 23:49 | Rispondi

  4. @calevra: hihihi! .. anche questo potrebbe essere un finale carino per la storia.. ;o)

    Commento di franpiedifreddi — 30 dicembre 2007 @ 23:54 | Rispondi

  5. L’abbraccio è la più straordinaria arte di comunicazione del sentimento umano…
    Bravo ad aver centrato una caratteristica che a molti sfugge…
    FORZARAGAZZI

    Commento di FORZARAGAZZI — 2 gennaio 2008 @ 13:28 | Rispondi

  6. beh….non so se augurare a Chiara, che questo abbraccio arrivi,nonostante tutto, e lei sia pronta a rispondere….oppure se risponda a lore con un sonoro….VFC…..:) baci da VT

    Commento di utente anonimo — 3 gennaio 2008 @ 08:47 | Rispondi

  7. e cmq…. BUON ANNO FRA!! che augurarti? … beh,….qualunque cosa tu voglia per il 2008, te lo auguro con tutto il cuore! mille baci. dany

    Commento di utente anonimo — 3 gennaio 2008 @ 08:49 | Rispondi

  8. @forzaragazzi: grazie.. =)

    @Dany: Sai che non lo so che potresti augurarmi per il 2008?!.. non ho fatto buoni propositi (solo cattivi!! :-p .. eheheh..), non ho desideri urgenti o brame imperiose..
    diciamo che va bene così.. =)
    e, infine, tornando al #6, ce lo racconteranno loro che altro succederà.. se mai succederà altro.. ;o)

    Commento di franpiedifreddi — 3 gennaio 2008 @ 09:09 | Rispondi

  9. diffondiamo abbracci…http://www.freehugsguide.org/

    Commento di utente anonimo — 3 gennaio 2008 @ 13:35 | Rispondi

  10. è vero..una abbraccio non si dovrebbe negare mai…soprattutto a chi ne ha di bisogno..anche soltanto per conforto…

    Commento di SweetGeM — 3 gennaio 2008 @ 17:42 | Rispondi

  11. Così diversi nelle reazioni, così simili nell’intimo (?).

    Commento di Echoes1984 — 4 gennaio 2008 @ 16:05 | Rispondi

  12. @SweetGeM: .. sì, ma un abbraccio deve essere “vero”, non imposto.. sennò rischia di fare molto molto male..

    @Echoes: .. eggià.. =)

    Commento di franpiedifreddi — 4 gennaio 2008 @ 16:14 | Rispondi

  13. …uhm…questa storia mi ricorda qualcosa…

    Commento di utente anonimo — 7 gennaio 2008 @ 11:27 | Rispondi

  14. @utente anonimo: è solo una storia.. ma, a giudicare dai molti messaggi privati che mi sono giunti, sei in buona compagnia.. non sei l’unico ad avere la coscienza sporca o una ferita aperta.. =)

    Commento di franpiedifreddi — 7 gennaio 2008 @ 11:42 | Rispondi

  15. …o entrambe!!! 😉
    Però ne hai di fantasia per inventare storie che tocchino così tante persone!!!

    Commento di utente anonimo — 7 gennaio 2008 @ 16:48 | Rispondi

  16. lo prendo come un complimento.. pensa, m’ha chiamata pure Vasco Rossi per via della citazione a “Sally” non indicata in corsivo.. ;-p

    Commento di franpiedifreddi — 8 gennaio 2008 @ 07:59 | Rispondi

  17. mai negare un abbraccio, mai!

    Commento di highlander2008 — 8 gennaio 2008 @ 13:01 | Rispondi

  18. beh, e io a federico volevo proprio negarlo un abbraccio, prima di partire, dopo tutto quello che mi aveva fatto……e sia di che sto parlando, vero? baci dal sud

    Commento di utente anonimo — 8 gennaio 2008 @ 17:49 | Rispondi

  19. @highlander: eh..

    @utente anonimo del #18: lo so.. lo so.. ma è passato, no? =)
    Vedi di rimetterti in salute presto!!

    Commento di franpiedifreddi — 9 gennaio 2008 @ 16:31 | Rispondi

  20. chiara non ha bisogno dell’abbraccio di lorenzo per vivere. chiara guarderà lorenzo e gli dirà “e li chiamavi abbracci quelli?”……………. l’adoro!

    Commento di mistermister — 11 gennaio 2008 @ 22:07 | Rispondi

  21. mistermister: è vero, si può vivere benissimo senza “quegli” abbracci. Ma, come racconta la Fran, non so che succederà quando e se incontrerò “Lorenzo”.

    Chiara (o quello che ne è rimasto)

    Commento di utente anonimo — 14 gennaio 2008 @ 08:10 | Rispondi

  22. @mistermister: ‘mazza che onore! Ti risponde la “prestanome” della storia!

    @Chiare’: =)

    Commento di franpiedifreddi — 14 gennaio 2008 @ 11:08 | Rispondi

  23. Ogni giorno nella casa-famiglia dove mi trovo in questo periodo c’ e’ un ragazzo che chiede continuamente abbracci, abbracci, abbracci. Ti viene vicino, ti guarda (non parla) e si fa abbracciare. E’ affamato d’abbracci ed io gliegli do alla mia maniera un po’ restia com’e’ mia abitudine. Potessi fare di meglio… Ciao da O Viralata

    Commento di utente anonimo — 14 gennaio 2008 @ 17:00 | Rispondi

  24. @Claudio: quanto mi hai fatto pensare a Posadas!
    Buoni abbracci, amico. =)

    Commento di franpiedifreddi — 15 gennaio 2008 @ 09:20 | Rispondi

  25. anche io ho imparato ad abbracciare ed a non negersi

    un ciao carissimo fabrizio

    Commento di sassofortino — 24 gennaio 2008 @ 14:09 | Rispondi

  26. @fabrizio: =)

    Commento di franpiedifreddi — 28 gennaio 2008 @ 09:33 | Rispondi

  27. mi hanno regalato un abbraccio inaspettato domenica proprio quando sentivo freddo…una consolazione per l’anima (e un bel decolletè 😉  e ne ho avuto uno di ristoro anche oggi…gli abbracci che ho dato col cuore mi ritornano..grazie fran
    ganos lal

    Commento di utente anonimo — 12 gennaio 2010 @ 17:13 | Rispondi

  28. @ganos: grazie stragrazie a te, splendida donna! .. te l’ho detto, a casa mia abbracci  e acqua calda per il the non mancano mai! .. e sono gratis!  =)

    Commento di franpiedifreddi — 13 gennaio 2010 @ 10:36 | Rispondi


RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: