pensierifluidi

27 giugno 2007

Roma, Roma, Roma…

Filed under: pensierifluidi — franpiedifreddi @ 10:46
Tags: ,
… se lo provi a di’ questo nome qui quanto je sta bbene
 
A sei mesi di distanza dalla precedente, ho fatto una nuova “calata” nella Capitale. Solo un paio di giorni… eh, sono finiti i bei tempi delle trasferte, dei corsi, delle riunioni di lavoro ed ora le occasioni devo cercare di crearle, ingegnarmi per incastrare numerosi tasselli e comporre il puzzle.
Un puzzle che ogni volta mi lascia stupita, a volte sconcertata. Sì, perché Roma mi piace proprio tanto, da sempre, da prima ancora di metterci piede, di respirarci l’aria.
Forse è iniziato tutto quando da bambina sfogliavo la vecchia guida illustrata che c’era a casa dei nonni e fantasticavo su quelle immagini di luoghi per me straordinari, quelli dei film sugli imperatori romani, quei film che danno sempre a Pasqua con le scenografie vividamente finte che non fregavano neppure me bambina. Ma le fotografie erano reali, così belle, così colorate… e reali erano le storie che mi raccontava il nonno, i suoi racconti di quand’era un giovane sotto naia nella Capitale del dopoguerra o dei suoi viaggi fatti anni dopo con la nonna, le passeggiate, i monumenti, i curiosi personaggi che si incontrano per strada, nei mercati, nelle piazze…
Forse è cominciato tutto allora, o forse qualche anno dopo, quando alla colonia estiva ho incontrato il mio primo fidanzatino capitolino ed è bastato un “a’ bbella” per farmi capitolare… e dopo vent’anni ancora ci ricasco, ogni tanto… mannaggia.
Ma la certezza di amare questa città l’ho avuta quando c’ho messo piede la prima volta e già la sentivo famigliare, già mi sembrava di conoscerla… E mi chiedo per quale motivo sento che c’è un legame con questa città, con la sua gente… una specie di affinità elettiva.. non lo so che cos’è.. non lo so che sarà. Ma c’è.
Un’illusione forse.. ma è un’illusione fisica, che si sente, si annusa, si tocca, si assaggia, si percepisce, si intuisce. Ma non si definisce. Non si spiega. Non si comprende.
È quel senso di assenza di spazio e di tempo che ho provato su una terrazza di Testaccio… al tramonto, i panni stesi a sventolare, con la città ai miei piedi, la croce del Monte dei Cocci a due passi, il Gazometro un po’ più in là…
O ritornando ad un’altra terrazza, quella che s’affaccia a Via del Teatro Marcello…
Assenza di tempo e di spazio. In un istante tutto e il contrario di tutto, avere gli occhi pieni di immagini, i polmoni di quell’aria che c’è solo lì, gli orecchi delle voci della sua gente e sentirmi completamente vuota, in un momento perfetto ma solo “mio”.
È quel contrastante senso di calore e malinconia che ho provato girando per San Lorenzo la sera, camminando a zigzag tra le macchine e i motorini in sosta o, lentamente, in mezzo alla strada, leggere le scritte sui muri, le insegne dei negozi che qui si chiamano ancora con nomi e cognomi di persone, incrociare gli sguardi a volte diffidenti a volte accoglienti dei ragazzi col bicchiere in mano e la schiena appoggiata ai muri…
È lo stupore di stare in un luogo così dannatamente intriso di storia, millenni di storia e di storie, calpestare strati su strati di pietre e immaginare chi prima di me ha calpestato lo strato che sto sotto al mio, e quello ancora più sotto, fino ad arrivare alla terra, quando le strade, le piazze, i vicoli non erano altro che campi fioriti e colline.
È il piacere che si prova quando si ha davanti un ricco piatto di tonnarelli cacio e pepe, seduti al tavolo all’aperto di una trattoria a Trastevere, e tra vino e risate passare un’ottima serata in compagnia.
Una bella pagina di luoghi comuni, ve’?
Ma Roma è questo, un luogo comune, per chi ci vive, per chi ci passa ogni tanto, per chi l’ha studiata sui libri di storia, per chi la vede nei film o nei servizi dei telegiornali, per chi la detesta, per chi l’adora… e pure per i gatti di Torre Argentina.
Annunci

3 commenti »

  1. hehe bella fotografia di Roma complimenti! hai ragione!
    Roma e’ questo e forse anche tanto altro. Per chi la vive, non come da turista ma come abitante a volte non vede solo questo ma molto di piu’, con i suoi 5 milioni di abitanti e’ un mix incredibile di storie,culture ed abitudini che si mescolano dentro la metro perennemente affollata, in coda sul raccordo, dentro i negozi, sopra la scalinata di Trinita’ dei monti e mentre ti mangi il gelato la guardia che ti caccia via… Ed e’ Roma pure nelle strade con i sampietrini rumorosi, con le luci gialle che illuminano i monumenti la sera e li rende piu’ “orgogliosi” di stare nella capitale ed e’ Roma pure ad Ariccia sopra i colli perche’ la vedi da lontano come una distesa infinita sempre viva ed in fermento a qualunque ora …
    Ciau

    Commento di utente anonimo — 27 giugno 2007 @ 18:01 | Rispondi

  2. Mah! Io sono stato poche volte a Roma e devo dire che non sono riuscito a cogliervi quella atmosfera che tu hai descritto. Belli i monumenti, le chiese, ma quanta confusione…io non riuscirei a viverci nemmeno 15 giorni. Sarà perché sono sempre stato in paesucoli tranquilli ed alquanto assonnati. Ieri sera ero nella piazza del mio paesello, vicino al lago, e non c’era anima viva. Un mortorio..direbbe qualcuno, ma quanta pace, quanta tranquillità.
    Un saluto da Claudio

    Commento di utente anonimo — 28 giugno 2007 @ 14:45 | Rispondi

  3. @utente anonimo del #1: dici bene, la mia è solo una fotografia, solo uno dei riflessi della città visto un momento dai miei occhi, bello o no dipende dalla personale inclinazione di chi legge. =D
    @Claudio: eheh, da bravo montanaro ti credo che preferisci la tranquillità dei paesucoli =) … Roma ha di magico anche questo: pur nella totale confusione che la rende brulicante di vita come un formicaio affollato, può capitare, anche solo per pochi istanti, di provare assoluta serenità… che sia solo un’illusione della mia mente bacata? Può essere… =)

    Commento di franpiedifreddi — 28 giugno 2007 @ 23:32 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: